Stampa

DECRETO MINISTERIALE 22 GENNAIO 2008 n.37

DECRETO MINISTERIALE 22 GENNAIO 2008 n.37

DECRETO MINISTERIALE 22 GENNAIO 2008 n.37

Art. 1.

Il presente decreto si applica agli impianti posti al servizio degli edifici, indipendentemente dalla destinazione d'uso, collocati all'interno degli stessi o delle relative pertinenze. …..

Art. 1 lettera  “ c  “

“impianti di riscaldamento, di climatizzazione, di condizionamento, e di refrigerazione di qualsiasi natura o specie, comprese le opere di evacuazione dei prodotti della combustione e delle condense, e di ventilazione ad aerazione dei locali.”

Nota: Con questo si stabilisce che  le opere inerenti alla posa  di condotti per l’ evacuazione dei prodotti della combustione ( canna fumaria) e la realizzazione della presa d’aria esterna, (aerazione dei locali) rientrino nelle opere di realizzazione dell’impianto.

 

Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 192

art. 2, comma 1, l tricies

impianto termico": impianto tecnologico destinato ai servizi di climatizzazione invernale o estiva degli ambienti, con o senza produzione di acqua calda sanitaria, indipendentemente dal vettore energetico utilizzato, comprendente eventuali sistemi di produzione, distribuzione e utilizzazione del calore nonché gli organi di regolarizzazione e controllo. Sono compresi negli impianti termici gli impianti individuali di riscaldamento.

Non sono considerati impianti termici apparecchi quali: stufe, caminetti, apparecchi di riscaldamento localizzato ad energia radiante; tali apparecchi, se fissi, sono tuttavia assimilati agli impianti termici quando la somma delle potenze nominali del focolare degli apparecchi al servizio della singola unità immobiliare è maggiore o uguale a 5 kW.

Nota: Stufe e caminetti al momento della vendita, vengono considerati apparecchi domestici: con il loro collegamento alla canna fumaria e con la realizzazione delle relative opere di aerazione, diventano un impianto di riscaldamento e rientrano quindi nella previsione ( art.1 comma 2 lettera c) del D.M.

 

Tenuto conto dunque che per il loro funzionamento i generatori di calore a combustibile solido   ( Caminetti, stufe … ) necessitano di opere di allacciamento alla canna fumaria ed alla presa d’aria esterna [ realizzazione di un impianto ] , il loro inserimento funzionale all’interno di un contesto edile richiede la soddisfazione dei requisiti previsti dal DM 37.

La posa di canne fumari, di caminetti, stufe .. Deve essere eseguita da personale abilitato alla lettera “C” che a fine lavori deve rilasciare la

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA’

La DICHIARAZIONE DI CONFORMITA’

è un documento

 ESSENZIALE 

che attesta la corretta esecuzione dell’impianto

secondo alla REGOLA dell’ ARTE  e dunque alle normative vigenti.