Stampa

Post sull'argomento: CANALE DA FUMO

BLOG


Pubblicato il da

UNI 10683 - 4. CANALE DA FUMO

Per il montaggio dei canali da fumo dovranno essere impiegati elementi di materiali non combustibili idonei a resistere ai prodotti della combustione ed alle loro eventuali condensazioni.
In ogni caso, i canali da fumo devono essere a tenuta dei prodotti della combustione e delle condense e coibentati se passano all’esterno del locale di installazione. E’ vietato l'impiego di tubi metallici flessibili e in fibro-cemento per il collegamento degli apparecchi alla canna fumaria anche per canali da fumo preesistenti.
Deve esserci soluzione di continuità tra il canale da fumo e la canna fumaria in modo che la canna fumaria non appoggi sul generatore. I canali da fumo non devono attraversare locali nel quali è vietata l'installazione di apparecchi a combustione.

Il montaggio dei canali da fumo deve essere effettuato in modo da garantire la tenuta ai fumi per le condizioni di funzionamento dell'apparecchio (eliminato “in depressione”), limitare la formazione delle condense ed evitarne il trasporto verso l'apparecchio delle condense.

4.2. Caratteristiche costruttive

Lunghezza massima e spostamenti: Per gli apparecchi generatori di calore muniti di elettroventilatore per l’espulsione dei fumi devono essere seguite le istruzioni di installazione del costruttore per quanto concerne la lunghezza massima ed il numero di curve dei canali da fumo.

Nel caso in cui non vengano indicati valori massimi, devono essere applicate le seguenti prescrizioni:

            -  i tratti orizzontali devono avere una pendenza minima del 3% verso l’alto;

            -  la lunghezza del tratto orizzontale deve essere minima e comunque non maggiore di 3m;

            -  il numero di cambiamenti di direzione, compreso quello per effetto dell’impiego di elemento a “T”, non deve essere maggiore di 4.
Per il collegamento di stufe a tiraggio naturale al camino si possono usare at massimo 2 curve, con cambio di direzione 90°, e lunghezza del canale da fumo in proiezione orizzontale non superiore a 2 m. Pendenza: Deve essere evitato per quanto possibile il montaggio di tratti orizzontali. E’ vietato l'impiego di elementi in contro- pendenza.
Per caminetti dove si debbano raggiungere scarichi a soffitto o a parete non coassiali rispetto all'uscita dei fumi dall'apparecchio, i cambiamenti di direzione dovranno essere realizzati con l'impiego di gomiti aperti non superiori a 45°.

Cambiamenti di sezione: Il canale da fumo deve essere a sezione costante. Eventuali cambiamenti di sezione sono ammessi solo all'innesto della canna fumaria (eliminato “all’uscita del generatore; è vietato l'impiego di riduzioni all'innesto con la canna fumaria”). E vietato far transitare all'interno di canali da fumo, ancorché sovradimensionati, altri canali di adduzione dell'aria e tubazioni ad uso impiantistico.

Aperture di ispezione: Il canale da fumo deve permettere il recupero della fuliggine o essere scovolabile.

Dispositivi di regolazione manuale del tiraggio: I dispositivi di regolazione manuale del tiraggio inseriti nel canale da fumo non devono ostruire ermeticamente la sezione interna del condotto. Tali serrande devono essere dotate di adeguata apertura di sicurezza o altro meccanismo idoneo ad evitare la completa rotazione della valvola in posizione chiusa. La superficie minima dell'apertura di sicurezza deve essere pari al 3% della sezione di passaggio e non minore di 20cmq (eliminato “10 cmq per le stufe e 20 cmq per i caminetti”).

Non è ammesso il montaggio di dispositivi di regolazione manuale del tiraggio sugli apparecchi a tiraggio forzato. 

Leggi tutto il messaggio
Altre informazioni: CANALE DA FUMO